blog we1E’ domenica, giorno 2 del prezioso weekend. A seconda dell’età si dovrebbe essere: a) in tuta, centrifugato in mano, prese a organizzarsi la serata; b) al parco a far mulinare foglie con i 3 bambini under 4; c) in cucina a preparare un arrosto per gli amici. E invece no, non va così, proprio no. Forse nel nostro personale album dei ricordi, ma oggi il sabato e la domenica arrivano al termine di una settimana lunghissima, magari finita con un bicchiere di troppo in cucina. Poteva andare bene fino a qualche anno fa, adesso è solo un gran mal di testa, per non parlare del raffreddore in agguato. E poi, aiuto, il sabato è il giorno in cui devi smaltire quello che hai rimandato dal lunedì al venerdì. Cioè TUTTO.

Lavatrice, supermercato con trolley, in posta per ritirare il pacco ovviamente arrivato quando non c’eri, altra lavatrice, lavanderia per il lavasecco, caffè con l’amica il cui marito se l’è squagliata, shopping con l’altra che cerca il secondo vestito da sposa (molto più difficile del primo). Questo nel migliore dei casi, cioè in assenza di: bambini piccoli da far giocare, teenager da portare al calcio, nipoti con curriculum da correggere, lavaggio auto. Poi arriva la domenica, ed è un’altra storia. Perché a questo punto sei stesa, incapace di prendere qualsiasi decisione che non sia annullare il caffè con la mamma. Finito. Tv. Letto.

Sentito parlare della dieta 5/2 (ti abbuffi per 5 giorni e gli altri 2 digiuni)? Bene: benvenute nella vita 5/2. Cinque giorni per lavoro e maternità; uno, allucinante, per le faccende arretrate, e uno per l’ R&R, Recupero e Riorganizzazione. Abbiamo pensato, in milioni, che fosse solo una fase transitoria, per via del superlavoro e dell’incapacità di organizzarci. Sbagliato. Ci è voluto poco per capire che è la nuova normalità: il ciclo settimanale macina-e-crolla. Ma niente, ci ostiniamo a pensare che il weekend sia fatto per vivere, continuiamo a far programmi che poi siamo costrette a disfare. Va così, per tutti. E in un nanosecondo è lunedì.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *