Avvento in Val Gardena

Fino al 6 gennaio, lungo l’arco alpino della Val Gardena, ai piedi delle Dolomiti, vanno in scena i veri, inimitabili mercatini dell’Avvento, dove fare acquisti prenatali, assaggiare specialità tipiche e riscoprire antichi riti e tradizioni. In un’atmosfera magica.

Ortisei

Il “Mountain Christmas” di Selva di Val Gardena, ai piedi del massiccio del Sella, è interamente ispirato al mondo dello sci: le piste sono idealmente trasferite in paese grazie a una striscia continua di luci lunga 350 metri, con 6 piccole cabine della funivia di legno e 14 casette dove acquistare monili, candele e utensili per addobbare la casa e scaldarsi con pan di zenzero, dolci fatti in casa e vin brulé.

Ai piedi del Sassolungo, la deliziosa Santa Cristina, oltre a contenere il presepe più grande scolpito a mano è il posto ideale in cui gustare meravigliose delizie culinarie locali, come i biscotti di pan pepato e gli squisiti “Spitzbuben“, biscotti di pasta frolla ripieni di marmellata alle albicocche. In questa edizione viene prestata particolare attenzione ai bambini con la costruzione di un castello di ghiaccio illuminato e percorribile assieme a Babbo Natale ed il suo elfo aiutante. Insieme potranno dedicarsi a diversi giochi e vincere numerosi premi.

BaitaGhirlande di Natale, giocattoli di legno, tessuti naturali, essenze profumate: il mercatino di Ortisei (nelle foto) trasforma la cittadina in un vero paese delle fiabe. Ogni giorno cori, suoni di corni di montagna, laboratori per imparare a preparare piatti tradizionali. Lungo la via del centro si visita la mostra dei presepi dell’associazione “Gardena Art“, simbolo di professione artistica e tradizione, mentre i bambini possono imbucare le loro letterine per Babbo Natale nella colorata cassetta postale. Le tipiche casette di legno in Piazza Stetteneck, intorno alla graziosissima chiesa di sant’Antonio, sono state realizzate ispirandosi all’architettura dei tradizionali masi di montagna, piccole boutique artigianali dove acquistare oggetti realizzati anche da maestri scultori della Val Gardena, come le statuine del presepe o gli oggetti in rame e ferro battuto. Mentre si gira tra le bancarelle è impossibile non assaggiare i piatti tipici del posto, magari seduti alle panchine in ferro battuto e rinfrancati da un aromatico vin brulé davanti a braci che scaldano l’atmosfera: strudel, polenta brustolada, canederli e altre specialità trentine e tirolesi. Da non perdere la gita in slitta trainata da cavalli che parte dalla stazione a monte dell’ovovia Alpe di Siusi, un’immersione totale nella natura, dove lo sguardo si perde tra gli alberi e i rifugi.

Lascia un commento