Solitamente il lunedì va a braccetto con il caffè ma negli ultimi anni l’attenzione a uno stile di vita più salutare ha contribuito a introdurre il tè sempre di più nella nostra routine quotidiana. La bevanda millenaria è una panacea contro il caos quotidiano, un piccolo lusso da assaporare da soli o in compagnia tra quattro chiacchiere. Grazie alle sue molteplici proprietà antiossidanti e benefiche abbiamo imparato a riconoscerne le varietà, a fare attenzione alla provenienza e ad apprezzarne l’aroma e il gusto. Per i veri intenditori di questa bevanda o per chi si avvicina ora all’arte del tè ecco i negozi giusti dove rifornirsi, dei veri templi dove apprendere segreti e consigli di tea sommelier per miscele preziose come vini d’annata:

ChateauNel mondo incantato di Château Monfort (Corso Concordia 1), oltre a camere degne di un soggiorno da favola, fa capolino anche un romantico bistrot. Nel boutique hotel milanese del gruppo Planetaria Hotels, unica destinazione hotellerie a Milano inserita nella Guida Relais&Châteaux, si respira un’ atmosfera magica e fiabesca: ambiente curato nei minimi dettagli, enormi candelabri che sporgono dagli alti soffitti, splendide specchiere che accompagnano il percorso ai tavoli, luci soffuse, materiali preziosi e finiture di pregio circondano la sala da tè. Degustazioni in pieno stile regale vengono accompagnate da alzate di madeleine e sfilate di cupcake.

TeieraGrossi barattoli in latta pieni di tè di tutti i tipi e provenienti da tutto il mondo, ci accolgono entrando a La Teiera Eclettica (via Melzo, 30), un delizioso shop con sala da degustazione annessa. Il menù è infinito e la qualità dei tè ottima: dai bianchi ai neri, dal matcha fino ad arrivare al principe che è il verde. Ma soprattutto il personale è gentile, esperto e disponibile a qualunque spiegazione o curiosità. Il posto perfetto per avvicinarsi per la prima volta alla cultura del tè o per degustare i deliziosi dolcetti fatti in casa. Squisito l’abbinamento della loro torta di carote con un tazza di tè verde “Sur le Nil” o accompagnare un tè nero alle arance amare di Siviglia con una fetta di crostata al cioccolato.

ArteTè come unico protagonista anche presso l’ Arte del ricevere (via Macedonio Melloni, 35), che si prefigge di istruire con immagini, testi, suggestioni e profumi chiunque voglia avvicinarsi a questa usanza concepita come arte. Una ricca selezione di pregiati, dai blend raffinati a quelli speziati, con oltre 250 tipologie di thè verdi, neri e bianchi, prodotti nei migliori giardini del mondo. Coreografiche le ceramiche e le porcellane orientali, le teiere e le tazze, i tessuti e gli arazzi in seta dipinti a mano. Il packaging a tema è studiato apposta per confezionare questa dolce spezia come  fosse un prezioso regalo. Una sala degustazione interna ci renderà certi della scelta fatta.

ChaCome in un viaggio attraverso la cultura e i riti del tè, il Chà Tea Atelier (via Marco d’Oggiono, 7), propone accostamenti curiosi e intriganti dolci e salati, miscele esclusive, ma anche tè al peperoncino, una sorta di talismano benaugurante simpaticamente battezzato la “Fortuna sia con the”, oppure “Cavoli a merenda”, un infuso dolce salato di frutta e verdura. Creazioni esclusive ed estrose come un abito sartoriale da gustare in ogni momento della giornata. Da provare presso l’accogliente sala da tè aperta da colazione fino all’aperitivo il ChàLatte al matcha, una bevanda dal colore brillante ottima alternativa al cappuccino. Anche qui vengono organizzati dei corsi per imparare a preparare un’ottima tazza di tè.

essenzaA pochi passi da piazza San Babila, armonia e gusto s’incontrano per dare luogo a L’essenza del the (via Cerva, 12), una piccola bottega i cui scaffali, simili a quelli di una libreria, traboccano di più di 300 specialità. La vetrina è molto ricercata e filtra una luce naturale che impreziosisce le ceramiche giapponesi, cimeli di viaggi di cui la proprietaria va fiera. Una delle miscele più richieste è la “Rosa d’Oriente”, a base di Tè Sencha e Gunpowder, Wu Lu con scorze d’arancia e petali di calendula. O il “Ginger and Lemon”, un tè bianco e verde con aggiunta di zenzero e limone. Accanto ai tè, la clientela viene ammaliata anche dall’incredibile varietà di sali aromatizzati, zuccheri di vario genere, miele e caffè.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *