Sportswear

Tutto è cominciato con qualche vago riferimento visto per le strade: una fantasia a tre righe qui, un paio di leggings Nike Dri-FIT sotto una gonna lunga là. Una star dello street style con le trainers sotto i jeans e la blusa stampata. Un’altra con la camicetta di seta portata su un paio di shorts hi-tech…nel giro di qualche stagione, poco a poco lo sportswear è trapelato nella moda influenzando colori, grafiche, tessuti e scarpe.

sporty1La moda atletica è qui per restare, tant’è che si è aggiunta una parola nuova di zecca al “modabolario” corrente: athleisure, tra il concetto di movimento (athletic) e l’idea di rilassatezza (leisure). Perché alla gente interessa sempre meno l’abbigliamento troppo elaborato, non si accetta più la scomodità per apparire al meglio. Gli addetti ai lavori hanno notato la crescente predilezione da parte dei consumatori per i brand casual e l’industria della moda si adegua moltiplicando le collaborazioni tra gli stilisti e i più tradizionali marchi sportivi: se da un lato Prada, Alexander Wang, Raf Simons, Marni non rinunciano più a velcri, cuscinetti ammortizzanti, ginocchiere, microfibre traforate, dall’altro le celeb fanno a gara per disegnare piccoli pezzi atletici: Beyoncè per Topshop, Rihanna per il colosso Puma, Cara Delevingne per DKNY. Mentre i siti di vendita aprono canali tematici, Net-à-Sporter in testa.

La contaminazione tra moda e activewear tira perché va incontro alle esigenze di una società sempre in movimento. Che sia la corsa a ostacoli nel traffico, che sia il salto dei pasti per mantenere la linea, che sia il triplo carpiato che ogni donna normale deve portare a termine ogni santo giorno per poi sentirsi dire «Ma come fa a far tutto?», siamo collettivamente costretti a impegnarci fisicamente per sopravvivere al logorio della vita moderna. Per abbinare dunque sapientemente capi e accessori sportivi adatti alle operazioni di routine come le uscite per la spesa o per andare a lavoro, si possono tirare fuori dall’armadio un paio di jeans lievemente ripped, corredati da una T-shirt in cotone o una canotta in tessuto tecno, oppure un paio di leggings neri con uno chemisier bianco o ancora un vestitino in neoprene. Un bel paio di sneakers ai piedi e il gioco è fatto. Trionfa il glam, altro che palestre, piscine e city-marathon…

Lascia un commento