Meditazione moderna

Mistici e saggi di ogni parte del mondo scoprirono i benefici effetti della meditazione e ne tramandarono le modalità affinché tutti gli esseri umani potessero trarne giovamento. Oggi sempre più persone si avvicinano a questa tecnica che promette di liberarsi dalle emozioni negative e vivere con pienezza e serenità.

lotus yoga sunriseCon l’evolversi della società il modo di meditare si è ovviamente modificato e quelle che  parevano essere montagne ardue da scalare, come stare ore in silenzio o mettersi in pose assai ambiziose, hanno lasciato il posto a forme di meditazione assolutamente moderne, non solo statiche ma anche dinamiche. Ma cosa cerca chi medita? Cosa trova e cosa cambia nel suo quotidiano? In un mondo sempre più angosciato per quello che succede in politica, nel lavoro e nei rapporti umani, meditare significa riportare lo sguardo nell’intimità della propria mente, accedendo a uno spazio protetto in cui rilassarsi con fiducia. Con la pratica, l’ansia lascia il posto a una serenità disincantata: al posto della tristezza si prova una gioia lieve che tonifica l’umore; la percezione degli avvenimenti diventa più ottimista. Attenzione, non spariscono i problemi, cambia però il modo di viverli e si apprezza ciò che accade qui e ora, senza fossilizzarsi sul passato o proiettarsi nel futuro. Secondo Ulrich Ott ed il suo saggio “Scopri te stesso con la neuro scienza. Meditazione per gli scettici“, la meditazione aumenta le connessioni neuronali, migliora problemi di stress, ansia, dipendenze, comportamenti compulsivi, depressione e difficoltà di concentrazione. Con vantaggi su mente e fisico:

Più spazio alla gioia. I grandi Maestri hanno sempre sostenuto che alleggerisce la mente. Oggi la scienza dimostra che la pratica è in grado di ridisegnare il cervello in forma più adatta a vivere felici.

Largo a creatività e autostima. Gli studiosi hanno anche verificato un incremento nella densità della materia grigia della corteccia cerebrale posteriore, l’area deputata a pensiero creativo, riflessione, sentimento di responsabilità e fiducia in se stessi.

Stop alle malattie. Uno studio condotto all’Università di Los Angeles mostra che, dopo otto settimane di meditazione, migliorano le condizioni di chi soffre di cuore, dimezzando l’incidenza d’infarto e ictus, e abbassando la pressione sanguigna. Lo stesso studio mostra anche che chi medita con costanza si ammala meno degli altri.

Sono necessari almeno 12 minuti una o due volte al giorno: la mattina prima di iniziare ogni attività e, se possibile, anche la sera, per purificarsi dalle tossine emotive della giornata.

Lascia un commento