Longevità

simbolo

Vi ricordate Statler & Waldorf, i vecchietti che dal proprio palco al “Muppet show” saettavano su tutto e tutti con feroci battute? Con la loro esilarante acidità davano forma a come, ancora vent’anni fa, era percepita la terza età: la fine della vita attiva e l’inizio di un noioso status di riposo, un rimanere alla finestra, sparlando, al più, del mondo.

Di fatto, le cose stanno cambiando, e non solo perché il mondo sarà sempre più “anta”, e noi saremo più longevi e, dunque, in attività; ma anche perché chirurgia e biotecnologie promettono eterna giovinezza, almeno di facciata. Più saggio dunque (ri)scoprire che persino la senilità può essere cool, se intesa come l’inizio di una nuova giovinezza in cui, meglio tardi che mai, ci si prende cura di se stessi, magari rimettendosi anche in discussione. Come succedeva al grigio Jack Nicholson in “A proposito di Schmidt“, profetico ritratto del pensionato; e come accadeva a Carl Fredricksen, anch’egli vedovo e protagonista di “Up“, più recente capolavoro della Pixar. Secondo studi svolti da Brelow e Enstrom nel 1980, gli uomini e le donne possono aumentare di 11 anni e 7 anni rispettivamente l’aspettativa di vita, seguendo anche solo 7 delle seguenti regole.

  1. Prevenire: fare check up regolati (test del sangue, urine, pressione, pap test, mammografia, sangue occulto nelle feci, Moc).
  2. Dormire: è durante le ore notturne che l’organismo attua i processi depurativi e di rigenerazione cellulare.
  3. Mantenere il peso forma: l’obesità è un concentrato di fattori di rischio tra cui ipertensione e malattie cardiovascolari, diabete e dislipidemie, insufficienza venosa, artrosi, problemi respiratori e renali e neoplasie.
  4. Evitare il fumo: la sigaretta abbrevia l’aspettativa di vita di ben 8-12 anni!
  5. Muoversi: l’attività fisica rinforza la muscolatura, preserva la funzionalità articolare, previene l’osteoporosi, brucia i grassi e riduce il colesterolo “cattivo” (Ldl) a favore di quello “buono” (Hdl). Abbassa la pressione, riducendo i rischi d’infarto, ictus, arteriosclerosi.                                                                                                                              
  6. Esercitare i neuroni: il cervello è una sorta di muscolo e va mantenuto in esercizio. Con hobby, volontariato, attività culturali.
  7. Assecondare il desiderio: uno studio scozzese afferma che almeno tre rapporti sessuali a settimana aiutano a dimostrare 12 anni in meno, grazie all’aumento dell’ormone della crescita.
  8. Combattere lo stress: se è cronico aumenta il rischio di malattie.
  9. Mangiare bene: ridurre calorie, sale e zuccheri. Consumare acidi grassi “buoni” (omega 3 e mono-insaturi, di cui è ricco il pesce), fibra, frutta e verdura colorata, ricca di bioflavonoidi.
  10. Moderare gli alcolici: uno o due bicchieri di vino al giorno possono prevenire demenza senile e malattie cardiovascolari. Un apporto superiore di alcol danneggia l’organismo e lo deteriora.
  11. Usare bene gli integratori: aiutano il corpo a preservare le proprie capacità o a recuperarle.

Così da arrivare a dire all’età di 90 anni, “Il bello deve ancora venire”.

Lascia un commento