Living coral 2019

Vade retro grigia e indispettita primavera…meno male che c’è il Pantone Color Institute, l’azienda statunitense che da vent’anni anticipa le tendenze cromatiche globali e che ha decretato la nuance guida de 2019. Si chiama Living Coral ed è un mix di arancione e rosa con una lieve tonalità dorata, che sprizza entusiasmo e joie de vivre.

Visti i tempi di crisi, i muri che spuntano nel mondo e il pessimismo che avvolge l’Europa, avevo temuto che il colore dell’anno potesse essere al massimo una sfumatura di grigio…”In risposta al dilagare della tecnologia e dei social media, l’individuo è alla ricerca di esperienze autentiche, che stimolino legami e intimità”, spiegano dal quartier generale Pantone, sottolineando la capacità del Living Coral di infondere allegria e spensieratezza.

Già avvistato su diverse passerelle – da Marc Jacobs a Miuccia Prada, da Moschino a Calvin Klein – questa sfumatura di corallo veste outfit romantici e bon ton della collezione primavera-estate. Grande protagonista anche nel make up: blush, ombretti e soprattutto smalti, per un’ondata di colore che evoca mari tropicali e cocktail di frutta da sorseggiare a piedi nudi nella sabbia.

Portare in casa una tonalità così leggera e giocosa potrebbe risultare esagerato, invece basta inserirla all’interno di una gamma di tinte più pacate. Il velluto e la seta in particolare ne valorizzano la vivacità dal sapore un po’ retro. Perfetta per i complementi d’arredo, si può sceglierla per il rivestimento di una poltroncina, per i cuscini, un vaso, una lampada o un tappeto. Oppure per le cornici, la struttura di un letto o la cappa della cucina. L’accostamento più riuscito è con i verdi: una parete color salvia diventa lo sfondo ideale per un divano rivestito in velluto corallo. Più facili gli abbinamenti con i beige e la tinta corda, colori sobri e misurati che vanno smorzati con toni allegri e briosi, proprio come il Living Coral.

Lascia un commento