La rivisitazione del tailleur

Ne ha fatta di strada il completo più famoso dell’intera storia della moda: nato nel 1885 come abito da mattino per la principessa di Galles, il tailleur, viene totalmente rivoluzionato poco più avanti dal genio di Mademoiselle Coco Chanel, che nel 1917 presenta un modello in jersey caratterizzato da elementi con richiami fortemente maschili, in favore di una donna totalmente nuova. Ecco quindi che, attraverso gli anni, l’iconico completo inizia a incarnare una perfetta fusione di maschile e femminile, diventando così l’outfit per eccellenza per l’ufficio e il business in rosa. Il cosiddetto power dressing. Oggi, tra nostalgie yuppie e amore viscerale per il mix & match in ogni sua forma, il tailleur torna alla ribalta, confermandosi un autentico caposaldo della moda in grado di risolvere ogni situazione con il minimo sforzo. Con la gonna o con il pantalone, riscopriamo il piacere di indossare un tailleur anche nel tempo libero, nelle serate più glamour o nelle cerimonie, per outfit easy-chic assolutamente senza tempo né età.

Tailleur da giorno

Eleganza che si sposa con la sobrietà: il tailleur può essere una valida soluzione, soprattutto se si hanno in programma un pranzo con i colleghi o un aperitivo formale. Basta prediligere i colori chiari o fantasie come il tartan, dal sapore scottish. L’aggiunta di stivaletti total white e una t-shirt dello stesso colore, e il look è completo.

Tailleur fashion

Sembrerebbe un binomio impossibile, quello composto da un completo austero per definizione e una it-girl fashion e sbarazzina. Eppure non lo è affatto perché, in un’epoca in cui i capisaldi della moda sono più belli quando vengono scardinati e rimescolati, mixare anime opposte diviene un autentico must per chi vuole stupire reinventando capi tradizionali con una buona dose di personalità e una punta di ironia. Non è più solo questione di fondere maschile e femminile, ma di contaminare stili differenti coniugando l’aplomb e il rigore del tailleur agli accessori dallo spirito rock, stampe irriverenti e tessuti sontuosi. Basta puntare tutto su un completo giacca-pantalone super colorato e dalla linea slim. Sceglierne uno intinto nelle nuance vivaci come l’arancione da portare con un paio di stringate dal tacco basso oppure da osare con le sneakers bianche, completando il look con una t-shirt.

Tailleur per l’ufficio

La cornice più naturale per il look in tailleur? L’ufficio, naturalmente: nato infatti come completo perfetto per le situazioni formali, per pratica eleganza e rigore, trova da sempre validi alleati in una camicia bianca e in un paio di décolleté pulite ed essenziali. Oggi viene rivisitato anche in chiave più mascolina, per look sempre più easy e comfy-chic. Potendo anche personalizzare il look con un tailleur grigio che riporta una fantasia a quadretti, decisamente british. Pantaloni a vita alta e blazer dalla linea sartoriale e morbida al tempo stesso, una camicia o una blusa in georgette o in seta dai colori pastello per dare un tocco di romanticismo ad un outfit così formale.

Tailleur da sera o da cerimonia

Per le situazioni che richiedono un dress code elegante, il tailleur è sicuramente una soluzione a dir poco impeccabile. Tagli puliti e charme senza tempo ne fanno un alleato raffinato da tenere nell’armadio e sfoderare all’occorrenza, quando si ha la necessità di fare centro. Il blu è sempre una carta vincente per essere chic. Un paio di pantaloni palazzo a vita alta e un giacchino corto che arriva poco sotto il seno sono l’abbinata vincente.Un paio di décolleté bianche e una borsa tono su tono, ed il gioco è fatto.

Lascia un commento