Il Design è uno stato a sé. E Milano è la sua capitale“, questo il mantra che ha accompagnato le attività della 56esima edizione del Salone del Mobile, a sottolineare la sempre più forte interconnessione tra la kermesse internazionale e la città che da sempre la ospita. Nel quartiere fieristico di Rho, il Salone del Mobile, come di consueto suddiviso tra i padiglioni dedicati al Modern&Design e Luxury, ha trasformato il format xLux presentato lo scorso anno nella nuova formula “Classico: Tradizioni nel futuro” attraverso un layout omogeneo senza nessuna discontinuità. Ad accompagnare il nuovo Classico sono stati riproposti il teatro e una stanza di Before Design: Classic, progetto presentato alla scorsa edizione, insieme al corto del regista Matteo Garrone. In concomitanza con la manifestazione ammiraglia si sono svolte quest’anno le biennali dedicate al mondo del lighting e del lavoro. Euroluce, alla sua 29esima edizione, insieme ai più innovativi sistemi di illuminazione privata ed industriale, ha puntato i riflettori su progetti d’illuminazione atti a migliorare il benessere e la qualità della vita e delle attività svolte in ogni tipo di spazio. La 18esima edizione di Workplace3.0 si è presentata con una proposta espositiva dedicata al design e alla tecnologia per la progettazione dello spazio di lavoro, concentrandosi sul rapido cambiamento del settore con le sue rinnovate esigenze. Alle biennali sono stati dedicati due eventi. Il primo, intitolato DeLightful – Design, Light, Future, Living, un percorso visivo e sensoriale nel vivere quotidiano e nello spazio contemporaneo, mentre l’altro, A Joyful Sense Of Work, ha messo in scena una nuova concezione dell’ambiente ufficio. La 20esima edizione del SaloneSatellite si è aperta con la domanda globale “Design is…?“, per celebrare l’anniversario con la Collezione Salone Satellite 20 anni, realizzata con pezzi disegnati appositamente da designer internazionali che hanno iniziato proprio tra i corridoi della manifestazione la loro carriera. Mentre presso la Fabbrica del Vapore è aperta al pubblico Salone-Satellite. 20 anni di nuova creatività, un’antologia di pezzi presentati come prototipi nel corso delle varie edizioni e poi lanciati sul mercato. Presso The Mall di Porta Nuova è tornato invece Space&interiors, l’unico evento connesso con il Salone del Mobile e dedicato alle finiture per l’architettura.

Neofiti o veterani, lo sappiamo: destreggiarsi fra le tentacolari seduzioni del Fuori Salone non è un gioco da ragazzi…allora scarpe comode ai piedi ( si finisce sempre per camminare molto più del previsto) e via tra eventi, esposizioni, workshop, festeggiamenti:

Porta Venezia in Design. Dove shakerare bene design, arte, architettura Liberty e stimoli enogastronomici per soddisfare tutti i palati. Al quinto anno di presenza, combina questi ingredienti, facendo da sempre leva sul potere attrattivo della propria identità architettonica. A confermarlo Objets Nomades: la serie iconica firmata Louis Vuitton nata nel 2011 (25 oggetti in totale, di cui 10 nuovi presentati in esclusiva) che interpreta il tema del viaggio, da sempre carattere distintivo del luxury brand francese. E il bellissimo Concept Store presentato da  Elle Decor Italia a Palazzo Bovara: il progetto ha immaginato il retail come punto di incontro tra analogico e digitale dove la fisicità degli oggetti dialoga con la digital experience e dove il consumatore è protagonista dello spazio in cui si muove, sia esso reale o virtuale.

Milano Durini Design. Con il suo Giardino delle Idee, è la mecca del design in pieno centro città. Al civico 3 ha appena aperto Salvioni, concept store di 1100 mq su sei livelli, che offre progetti su misura collaborando con gli oltre 100 migliori brand nostrani tra cui Fendi e Trussardi.

Brera Design District. Dove la creatività ha un’energia esplosiva. Nel cortile della Pinacoteca (via Brera 28), archistar del peso di Daniel Libeskind o Stefano Boeri hanno presentato White in the city, suggestivo viaggio nel bianco.

Associazione 5Vie. È da qui che è partita la street parade più animata della Design Week. Anche quest’anno con Design Pride, promosso da Seletti con l’associazione Wunderkammer e YOOX, una celebrazione della creatività che strizza l’occhio alle scuole internazionali. Interessante il progetto Tavola Scomposta nato in collaborazione con la designer Gentucca Bini tra Bitossi Home e Funkytable (via Santa Marta 19).

Tortona Design District. Multiformi, come di consueto, le sollecitazioni legate al format Superstudio Più che ha ospitato la rassegna dei designer indipendenti Time to Color!. Da Base Milano si sono mostrate le più recenti interpretazioni della casa temporanea, smontabile, assemblabile. Negli spazi del padiglione Visconti la collaborazione tra Corian e Cabana magazine, hanno dato luogo a Exploring the world of maximalism, un’oasi di forme e colori che si materializza magicamente.

La performance migliore è stata quella ispirata al mutare delle stagioni e alla natura del duo londinese di artisti Studio Swine che ha creato per Cos un’installazione presso lo storico Cinema Arti. Come protagonista una struttura centrale metallica a forma di albero alta 6 metri che emetteva boccioli di vapore nebulizzato che, come bolle di sapone, scoppiavano ed evaporavano a contatto con la pelle. Il più divertente temporary bar quello organizzato da TOILETPAPER, il magazine di sole immagini ideato dall’artista Maurizio Cattelan e dal fotografo Pierpaolo Ferrari, in collaborazione con Guffram, Seletti La buttiga presso la Mediateca Santa Teresa (via Moscova 28): TOILETPAPER BAR all’interno del Wallpaper* Handmade 2017, progetto curatoriale della rivista Wallpaper*, che espone un’installazione disegnata da Tino Seubert, dove l’acqua e il travertino sono stati protagonisti assoluti per un’inedita esperienza sensoriale. Evento perfetto per le famiglie, Playland presso lo spazio Marni (viale Umbria 42), trasformato per l’occasione in una distesa di sabbia colorata con teli da picnic, giocattoli, sgabelli, poltroncine e sedie a dondolo. Tutto fatto a mano e in vendita.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *