Cambio di stagione

Vento, aria frizzante e buio presto. La stagione autunnale è un naturale periodo di transizione, per questo dobbiamo essere consapevoli che parte degli equilibri energetici di cui siamo composti cambiano. Per adattarci non basta fare il cambio dell’armadio o indossare abiti adeguati, ma rallentare è la parola d’ordine. E’ fondamentale rieducarsi a non dover gestire un’ossessiva vita multitasking, ma solo un’attività per volta. Un flusso di informazioni mediatiche incessante e indiscriminato va considerato alla stregua del cibo spazzatura, che entra nel sistema nervoso senza alcun filtro.

In particolar modo in autunno l’organismo tende a sentirsi instabile, ansioso, irrequieto, sottoposto a un forte stress per immagazzinare le energie utili come scorte per l’inverno. Ciò significa che abbiamo più che mai bisogno di riposo per ritemprarci. Ozio e relax senza sensi di colpa saranno il nostro mantra, perché i pensieri accumulati, come le tossine dell’organismo, affaticano il lavoro depurativo del fegato, aumentano il tasso adrenalinico, causano insonnia e umore irritabile. Facciamo lo sforzo di dire “no” ad alcuni impegni e proviamo ad assaporare il silenzio, dedicandoci alla meditazione, alla lettura, all’ascolto della musica preferita o al dolce far niente. Pratiche che inoltre ci consentono di autoanalizzarci: riconoscendo le nostre paure e i punti deboli, possiamo identificare e valorizzare il meglio di noi stessi.

autumn relaxÈ quindi fisiologicamente necessario mutare i ritmi per evitare malanni passeggeri o stress, depressione compresa. Approfittiamo allora della luce e del tepore, stando all’aperto più che in estate. Pratichiamo yoga e per riequilibrarci al ciclo della natura è utile almeno una settimana di disintossicazione consapevole, per aiutare il fegato a eliminare i carichi di tossine colpevoli di emicranie, disturbi digestivi, scarsa concentrazione e insonnia. Secondo la dietetica cinese, in questo periodo dell’anno sono raccomandati zenzero, aglio, cipolla, cannella, peperoncino. Sono benvenuti anche tè speziati e tisane, per mantenere il fuoco digestivo attivo durante il periodo di depurazione. E ricordiamoci di dedicare tempo e consapevolezza anche alla disintossicazione emotiva, focalizzando la mente verso una pulizia degli atteggiamenti che possono disperdere energia dalla nostra natura durante questo cambio di stagione. Sarà un processo di autoconsapevolezza, per centrarsi ed entrare in sintonia con il ritmo lento dell’inverno.

Lascia un commento