Un amore di borsa

le boyNella vita ci sono poche certezze ma una è che, in quanto donna, passati i 13 anni (se non prima) inizieremo a portarci in giro una borsa. Probabilmente ogni santo giorno per il resto della vita. E che cosa c’è di male, vista l’abbondanza di opzioni stupende e salva-outfit che ci sono oggi? Eleganti shopper che fanno sembrare glamour perfino le commissioni più banali. Cartelle colorate che non accolgono solo libri di scuola. Secchielli stampati che sanno essere disinvoltamente cool a tracolla di chiunque.

A differenza di tutto il resto, le borse sono le nostre compagne, rispecchiano in modo efficiente lo stile personale: la riuscita degli abiti infatti dipende molto dal fisico, mentre qualsiasi donna può indossare una bella borsa e fare un figurone. Più delle scarpe, più dei cappotti, più di ogni altro capo di vestiario le borse incoraggiano i comportamenti ossessivi…chi non ha mai passato giorni e notti dando la caccia a una borsetta da sballo, setacciando eBay in cerca dell’introvabile It clutch della scorsa stagione, o a tormentarsi sulla scelta tra la cartella pastello tanto trendy o una classica tracolla nera? Per fortuna, per le borsette il lusso non è tutto e non sempre occorre scegliere: nei bei negozi delle nostre città possiamo trovare un’infinità di opzioni a prezzi che ci permettono di comprarne una per ogni colore. E una volta individuata la prescelta, che sia quella “per la vita” oppure solo l’accento giusto per vivacizzare un particolare outfit, ricordiamoci che la nostra borsa può diventare, letteralmente, una zavorra. Cellulare, tablet, un paio di scarpe di ricambio…le cose che vogliamo avere in borsa possono raggiungere un peso notevole.

Se ci trasciniamo dietro mezza casa ovunque andiamo, o comunque non riusciamo a pescare l’oggetto che ci serve in quel grande buco nero che è la nostra borsa, forse è ora di alleggerire il carico. Abbiamo più di un modo per farlo. Il primo è ridurre significativamente le dimensioni: il trend delle mini-bag non è solo di grandissima attualità, ma anche super pratico perché ci pertop1mette di goderci l’originalità di una tracollino color caramella e al tempo stesso di portarci dietro solo l’essenziale – cellulare, molletta portasoldi, rossetto – lasciando a casa tutto il peso in più. E poi, versioni micro dei nostri modelli preferiti sono deliziose e spesso molto meno costose. La mini bag è un po’ troppo radicale? Ci sono anche altre soluzioni, in particolare la fidata clutch! A bustina, a scatola o con la zip; in color blocking, Lucite o lame, la clutch è in genere più piccola della shopper ma più capiente della micro bag, cioè costringe a lasciare a casa il superfluo ma può contenere anche uno snack d’emergenza o una spazzola. Cosa più importante, la clutch non pende dal braccio, quindi meno frenetici rovistamenti ogni volta che ci serve il biglietto del bus o una forcina…

Lascia un commento